Costituire una onlus

Con la circolare n.38 del 1 agosto scorso, l’Agenzia delle entrate ha aperto finalmente le porte dell’iscrizione all’Anagrafe delle onlus per le organizzazioni costituite e/o partecipate dai cosiddetti enti esclusi, in primis enti pubblici e società commerciali. Queste le motivazioni apportate dall’Agenzia per motivare un cambio di rotta così netto rispetto alle direttive del passato. Per quanto riguarda la partecipazione degli enti pubblici, l’Agenzia invoca il principio di sussidiarietà e una risoluzione del Parlamento europeo del febbraio 2009 sull’economia sociale che “nell’invitare i legislatori nazionali a provvedere al riconoscimento dell’economia sociale e dei soggetti che ne fanno parte, ha inteso, fra l’altro, promuovere la creazione di reti di solidarietà attraverso un partenariato attivo tra le autorità locali e le organizzazioni del terzo settore”. Per quanto riguarda le società commerciali si fa invece riferimento a politiche aziendali che rientrano nelle responsabilità sociali.
Restano escluse da questa apertura dell’Agenzia delle entrate le ong: la legge che le disciplina dispone che il riconoscimento di idoneità può essere dato a condizione che le medesime non abbino rapporti di dipendenza da enti con finalità di lucro, né siano collegate in alcun modo agli interessi di enti pubblici o privati, italinai o stranieri aventi scopo di lucro. Resta aperta la questione delle cause pendenti davanti la commissioni tributarie. Per questo nella circolare viene precisato che è preclusa agli enti pubblici e alle società commerciali la possibilità di partecipare in qualunque modo alle ong di cui alla legge 49/1997.

Questa voce è stata pubblicata in associazioni, ong, onlus e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>