9.9.09

Cercasi guide per giovani stranieri

Diventare adulti guida. Non tutori dal punto di vista legale, ma qualcosa di diverso e di più. Veri e propri punti di riferimento per adolescenti stranieri privi di riferimenti familiari. Una nuova proposta che viene dal Ciai - Centro italiano aiuti all'infanzia e dalla Fondazione L'aliante che, assieme, hanno ideato uno specifico percorso formativo.Presto detta la filosofia di questa nuova iniziativa: gli stranieri neo maggiorenni che vivono nella metropoli lombarda, abitano in strutture protette e si affacciano sul mondo del lavoro, sono per lo più privi di una naturale rete di relazioni. Naturale che incontrino maggiori difficoltà nel "muoversi" in una società che non è la loro. E i cui segnali talvolta, non conoscendone i codici culturali, fanno fatica a decifrare. Manca però una figura di volontario specializzato in tale supporto che può trovare forme diverse di concretezza e differenti livelli di "fratellanza". Perché l'adulto guida dovrebbe essere questo: un pò fratello maggiore, capace di costruire una relazione accogliente e paritaria, un pò adulto "esperto" che sappia muoversi di fronte alle questioni anche pratiche dando suggerimenti e consigli, evitando così inutili difficoltà al giovane straniero.

Etichette: , , , ,